Storie di vita

Stavo vedendo su Italia 1 il programma di Costanzo sulla vita in carcere.

Stasera facevano vedere la scarcerazione di un ragazzo di Aprilia, mi sono quasi commosso, come la libertà sia la padrona della nostra vita, come gli hanno annunciato la liberazione non ha saputo più a cosa pensare e si è ritrovato a fantasticare su se stesso.

Gli occhi, il viso, il sorriso erano tutti illuminati da una luce candida che, da un pò di tempo, aveva perso dietro enormi sbarre fredde.

Credo che queste cose insegnino molto su cosa sia la vera libertà, mi sono commosso con piacere anche se poi mi chiedo: la vita del carcere è dura e si sà per antonomasia, farla vedere può aumentare la sensibilità, ma che “prò” porta? Alla fine se sono li e sono soggetti a leggi, che qualche volta detestano, non è mica colpa mia o di qualcun’altro, insomma, hanno voluto la bicicletta? che iniziassero a pedalare in silenzio verso la libertà senza tanti sponsor, vistò che se sono lì un motivo c’è, e di sicuro non è futile!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: